Rimettersi in marcia

Una coppia di genitori della nostra comunità cristiana racconta come si è “rimessa in marcia” dopo le vacanze estive…

Eccoci, Settembre è arrivato e così riparte anche tutta l’organizzazione familiare: scuola, lavoro, attività.

Sicuramente è un momento in cui si fanno dei propositi per migliorare quello che l’anno scorso non ha funzionato … più tempo di qualità dedicato alla famiglia ad esempio, senza farsi fagocitare dagli impegni lavorativi.

Attenzione a cambiare ritmo ed ad rientrare nelle dinamiche familiari con la delicatezza e l’energia di chi c’è anche quando è portato altrove per motivi di lavoro.

E il nostro essere parte di una comunità? Che valore può portare alla nostra quotidianità?

La Messa domenicale diventa non solo liturgia …, ma si fa occasione di “comunione” in senso più pieno.

Nutrirsi della Parola e del Pane dona forza e nuova spontaneità al nostro essere credenti, come singoli, all’interno del nucleo della nostra famiglia e con gli amici e conoscenti che fuori e dentro la chiesa, sul sagrato, in oratorio si incontrano, sì raccontano, creano una rete di relazioni…una Parola di Dio che non è solo ascoltata…ma vissuta nelle relazioni di una comunità.

E allora anche la ferialità ha una dimensione nuova, che parte e arriva nella Messa domenicale vissuta insieme ma che trova nelle proposte di incontro, nel catechismo e nella semplicità dello stare insieme in uno spazio amico ulteriore forza.

Essere un luogo/punto di riferimento non è qualcosa che si decide a tavolino … è qualcosa che si conquista nella coerenza del messaggio, nel sorriso con cui ci si accoglie … anche quando si hanno delle croci da portare. Essere comunità è sentire che quello che ci unisce è più grande di noi, è volersi mettere in gioco … non sull’apparenza ma sui propri valori e sui fondamentali della nostra umanità. Gesù è con noi … nulla ci mancherà!

Marco e Francesca